Da sempre le gite sono apprezzate da tutti gli studenti, esse rappresentano un breve periodo di svago e di accrescimento culturale. Nella nostra scuola, purtroppo, se si escludono le uscite dal mattino alla sera o quelle legate ai progetti inseriti nel POF, come il Meeting di Chianciano, solo in quinta vi è l'opportunità di fare un viaggio d'istruzione di più giorni e all'estero. La burocrazia frena gli insegnanti e noi studenti ne subiamo le conseguenze.

-Perché i divorziati vengono scomunicati ed i mafiosi no (fonte Rai 3 – Corrado Augias)?
-Dunque… I mafiosi, se riconosciuti tali, sono fuori dalla Chiesa come i divorziati (e risposati). Il fatto che il matrimonio fallisca non deve essere per forza una colpa però, sempre per quel discorso sulla famiglia, per la Chiesa la famiglia è indissolubile, quindi il matrimonio cristiano continua lo stesso a rimanere valido. Per i mafiosi è più difficile stabilire chi lo è veramente e, se uno si pente davvero, la Chiesa è misericordiosa. Chi è divorziato e risposato non può tornare indietro, ma chi è stato mafioso può essere perdonato. Le due situazioni non sono comunque paragonabili, è molto peggio uccidere persone che volersi risposare.
(www.farodelmiopeggio.it)

Care lettrici e lettori,

Anche quest'anno sta per volgere al termine, per molti della redazione, una delle più significative esperienze che influenzerà per sempre il nostro modo di vedere le cose. Non è mia intenzione perdermi nelle solite banalità degli addii, ma vorrei usare piuttosto le righe a mia disposizione per lasciare a coloro che rimangono una sorta di "eredità della Redazione". 

La maggior parte delle violenze subite dalle donne hanno come autori componenti della famiglia , fidanzati ed ex fidanzati: la donna è vittima di violenze in un ambiente dove dovrebbero regnare l'amore e la stima. Sempre più spesso si ha l'abitudine di attribuire le colpe di questi abusi agli extracomunitari, mettendo così in risalto avvenimenti isolati e numericamente irrilevanti.

Polemica continua tra la ministra dell'integrazione, Cécile Kyenge, e il segretario della Lega nord, Matteo Salvini. Alcune forze politiche fanno leva sulla paura di una parte del popolo italiano nei confronti degli extracomunitari, in modo tale da assicurarsene il voto.

Un tesoro nascosto e troppo spesso trascurato si nasconde a Savona, un patrimonio inestimabile, unico a livello mondiale che presto vedrà finalmente la luce, esposto in una location degna della sua importanza. 

L’ All About Apple Museum è la collezione di oggetti Apple più vasta al mondo: abbraccia tutta la storia dell’informatica personale, da quando Apple inventò i primi computer destinati al grande pubblico fino ai giorni nostri. 9000 esemplari tra personal computer, periferiche, accessori e prototipi di produzione Apple, realizzati a partire dal 1976 e che da ormai 12 anni vagano tra scantinati, musei provvisori, mostre ed esposizioni in giro per l’Italia, alla ricerca di una sistemazione definitiva adatta al loro valore. 

“Il diritto di sognare non figura fra i trenta diritti umani che le Nazioni Unite hanno proclamato alla fine del 1948, ma se non fosse per il diritto di sognare, e per l’acqua che dà da bere, la maggior parte dei diritti morirebbe di sete”. (Eduardo Galeano) 

Noi ragazzi ci preoccupiamo di prendere una sufficienza nel compito di matematica, di convincere i genitori a comprarci un motorino o un cellulare nuovo.

Diaryatou, invece, a 14 anni doveva preoccuparsi di soddisfare suo marito, in ogni senso.

I primi anni della sua vita li ha passati in un villaggio della Guinea con la nonna, in uno stato di estrema miseria e povertà, ma nonostante tutto era felice. Un giorno la nonna compie su di lei la terribile pratica dell’infibulazione.

Nell’ambito musulmano viene chiamata il ‘’DIN’’, ovvero vivere secondo il volere di Dio, seguendo le leggi della Rivelazione divina, le quali sono alla base delle leggi effettive dello Stato. In Occidente, invece, le leggi dello Stato sono diverse da quelle religiose: reati e peccati sono concetti differenti per noi, ma del tutto identici per la Shari’ah.

Il libro sacro dei musulmani riporta chiaramente un codice disciplinare, che regola i rapporti con le altre persone, vi è quindi una pena ben precisa per ogni tipo di violazione. 

Sono molti i ragazzi della nostra scuola che sono stati chiamati a votare per il rinnovo dei rappresentanti del liceo in consulta senza sapere nemmeno di cosa si occupasse o semplicemente cosa fosse!

Sappiamo bene che la consulta viene completamente ignorata dalla maggioranza delle popolazione studentesca, nonostante sia di rilevante importanza per tutti prendere coscienza dei provvedimenti che vengono da essa attuati.

Ecco perché noi abbiamo deciso di raccontarvi brevemente la sua funzione e il suo scopo!

Margherita Hack era una donna particolare. Per lei l'Universo era una cosa stupenda e ha fatto di tutto per scoprirne ogni giorno un pezzo in più. La sua passione iniziò a manifestarsi quando, dopo una sola ora di lezione di lettere all'università, capì che quella non era la sua strada e passò alla facoltà di fisica. La "Signora delle stelle" nacque a Firenze il 12 giugno del 1922 e già in adolescenza si rivelò un'ottima sportiva, ma la guerra interruppe il suo sogno di atleta; in seguito dichiarò che il suo unico rimpianto fu proprio quello di aver dovuto lasciare lo sport.

Giuseppe Uva, Federico Aldrovandi, Paolo Scaroni: tre ragazzi massacrati da agenti in uniforme. Scaroni, tifoso del Brescia, alla fine di una partita la sera del 24 settembre 2005, viene pestato a sangue senza motivo da alcuni poliziotti. Dopo più di un mese di buio il ragazzo si risveglia e con molta fatica e coraggio racconta tutto: "Erano almeno quattro celerini, con i caschi. Mi urlavano: bastardo. Picchiavano con i manganelli impugnati al contrario per farmi più male".

Nato nel 2005 nell’ambito del corso Tecnologico ed esteso poi a tutte le classi, il “Farò del mio peggio News” ha cambiato nella sua storia 3 redazioni tecniche, mantenendo la continuità del lavoro ed ottenendo numerosi riconoscimenti tra cui sette nomination al concorso nazionale “Giornalista per un giorno” (Fiuggi 2007), la vittoria al concorso "Il giornale dalla scuola", nell’ambito del Circuito Diregiovani (Roma 2010), organizzato dalla Agenzia di Stampa "Dire" e patrocinato dal MIUR, un diploma di Merito del Secolo XIX (Genova 2010) e dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti (Benevento 2011), tre premi nell’ambito del concorso nazionale “Il miglior giornalino scolastico” (Avellino 2011-2013), un “Premio speciale Presidenza di Alboscuole” (Chianciano Terme 2012), una “menzione speciale per il sarcasmo” al concorso nazionale “Prima Pagina” promosso dal Comune di Modena in collaborazione con l’associazione culturale Progettarte, nell’ambito della VI edizione di BUK-Festival della piccola e media editoria- che si è tenuto il 23 e 24 marzo 2013 presso il Foro Boario di Modena. 

Care lettrici e lettori,

anche quest’anno siamo tornati con un pizzico di tristezza tra i banchi, ma stavolta noi del “Farò del mio peggio” facciamo un rientro da vincitori: il “Farò del mio peggio news” ha vinto il primo premio al concorso nazionale “Giornalista per un giorno”, organizzato dall’associazione Alboscuole, risultando così la migliore redazione d’Italia, fra gli oltre 800 istituti superiori partecipanti. La redazione ha anche ottenuto per il terzo anno consecutivo la vittoria al concorso “Il miglior giornalino scolastico”, promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione e dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

طراحی سایتطراحی وب سایتwww.arshaweb.comپارتیشنپارتیشن