La musica è presente nella vita di tutti senza differenze di età o genere, è un mezzo di comunicazione capace di coinvolgerci per le emozioni che suscita in noi.

La maggior parte di noi adolescenti vede nella musica una sorta di protezione, un aiuto a rilassarsi e un modo semplice per estraniarsi dalla realtà in momenti difficili, in quei momenti nei quali non si vorrebbe sentire nessuno e si desidera solo allontanarsi dai problemi reali.

La musica è relax, riposo, passione ma anche rumore, divertimento e sfrenatezza, come la musica che si trova nelle discoteche, che ha un volume talmente alto che all’uscita dalla discoteca ti fa fischiare le orecchie e il cervello è un po’ rintontito.

La musica è sempre stata una costante nella vita degli uomini nel corso della storia, e conta diversi generi appartenenti alle tradizioni popolari, alle aree geografiche e all’epoca in cui essa viene composta. La musica piace a tutti soprattutto per la sua varietà di stili che coinvolgono da sempre gli ascoltatori di tutto il mondo.

Ci sono più modi di rapportarsi al mondo musicale, esiste l’ascoltatore, che gode dell’immediatezza della musica in modo passivo e il musicista, che invece è partecipe della creazione stessa della musica ed esprime con essa ciò che vuole comunicare al mondo. Essendo io sia ascoltatrice che musicista posso dire che il modo migliore di rapportarsi alla musica è l’essere musicista, poiché ti fa rilassare e ti fa sfogare totalmente.

La musica è una forma d’arte tra le più profonde e tra quelle che meglio ci rappresenta. Infatti questa forma d’arte arriva a toccare le nostre emozioni e suscita in noi sentimenti che sono nascosti da qualche parte, ecco perché la musica è parte di noi.

طراحی سایتطراحی وب سایتپارتیشنپارتیشنجراحی بینیتهران کاشتلیپوماتیکقرص بلوبری