Al giorno d’oggi lo spreco alimentare rappresenta una delle problematiche più gravi e diffuse a livello globale. Secondo uno studio delle Nazioni Unite, circa il 17% del cibo disponibile al consumo nel mondo viene sprecato. Una quantità sproporzionata, basti pensare che nel 2019 sono state buttate almeno 930 milioni di tonnellate di cibo in case, ristoranti, attività commerciali. A livello individuale lo spreco è stimato in 120 chilogrammi a testa annuali. Cifre spaventose delle quali ognuno di noi è responsabile.

Sono diverse le associazioni impegnate nella dura e costante lotta allo spreco alimentare. In Italia, in particolare dallo scorso 2020, ha iniziato a circolare e a coinvolgere sempre più utenti  Too Good To Go, ‘l’app contro lo spreco alimentare’. Un progetto nobile ed essenziale portato avanti dalla sostenibilità dei singoli utenti: come funziona e da dove nasce questo movimento?

L’app mobile è stata creata in Danimarca nel 2015 e nel corso degli anni si è diffusa in diversi paesi, arrivando nel 2019 ad essere presente in ben 11 nazioni europee. In Italia compare nel 2019 partendo dalle grandi città come Milano, e ad oggi sono quasi 4 milioni gli italiani impegnati nella lotta al fianco della piattaforma danese. L’obiettivo è chiaro, Too Good to Go si propone di combattere lo spreco alimentare grazie alla collaborazione e all’impegno di milioni di utenti, provvedendo alla salvaguardia dell’ambiente e, dal punto di vista economico, ad un notevole risparmio.

Il funzionamento è semplice ed intuitivo. Scaricata l’applicazione sul proprio dispositivo mobile ed effettuato l’accesso tramite Google, Facebook o Email si è già pronti a partire. L’app attraverso la posizione dell’utente propone diverse possibilità di acquisto di prodotti invenduti negli esercizi commerciali presenti sul territorio. Questi beni vengono raccolti in apposite Magic Box di diversa grandezza e disponibili alla prenotazione direttamente dall’app. Il contenuto, di perfetta qualità, varia a seconda dell’offerta residua del negozio e rappresenta un'ottima opportunità di acquisto per contribuire alla causa alimentare spendendo cifre nettamente inferiori alla media. Effettuato il proprio ordine è così possibile recarsi al punto di vendita scelto e ritirare la propria box.

Sono quasi 15 mila le panetterie, i bar e i ristoranti italiani che aderiscono a questo progetto: nel nostro paese ad oggi sono stati salvati ben 3 milioni di pasti! La lotta intrapresa da Too Good To Go non guarda solo al mondo alimentare, ma si impegna contro il cambiamento climatico.  Lo spreco alimentare ha infatti un grande impatto sull’ambiente, costituendo l’8% delle emissioni gas serra. Grazie all’app e alle sue Magic Box per ogni pasto salvato si “risparmiano” ben 2,5 kg di CO2 emesso, un notevole passo avanti per contrastare il grande problema climatico e ambientale.

Too Good To Go rappresenta certamente un eccellente mezzo per fermare lo spreco. Anche in Liguria sta riscuotendo un certo successo. A Genova le prime attività hanno cominciato ad aderire già da luglio 2019, mentre a La Spezia e in provincia di Savona ha fatto la sua comparsa nei primi mesi di quest’anno, con importanti traguardi: nel nostro territorio provinciale sono già un centinaio le attività aderenti. Semplicità e innovazione fanno di questa applicazione un importante prospetto per il futuro, tutti possiamo impegnarci nel combattere lo spreco, gli strumenti ci sono e sono a nostra disposizione!

طراحی وب سایتکاشت موbet script