Questa è una domanda che nessuno qualche anno fa si sarebbe sognato di chiedere, adesso, invece, con l’aumento del numero di questi animali le persone hanno iniziato a preoccuparsi. Camminando per le vie di Savona, si notano numerosi cani di tutte le razze e dimensioni e non è difficile vedere ciotole con l’acqua poste fuori da bar e ristoranti. Al loro aumentare si è affiancato l’aumento di sporcizia in giro per le strade e, soprattutto, i negozianti del centro, hanno sollevato rumorose proteste.

Per cercare di ovviare al problema, la sindaca Ilaria Caprioglio, nel 2017, ha emesso un’ordinanza che proibiva ai cani di fare i propri bisogni sotto i portici di Via Paleocapa, in Corso Italia e in Piazza Mameli. L’ordinanza, inoltre, imponeva ai padroni di portare con sé, oltre ai sacchetti per raccogliere le feci, una bottiglia d’acqua per sciacquare via l’urina dalle strade. Tale provvedimento è stato accolto sia con soddisfazione sia con sdegno. Ricordiamo i numerosi cartelli appesi sulle porte dei negozi che si dichiaravano contrari alle nuove regole. Anche le opinioni degli altri savonesi sono risultate divergenti: c’era chi era d’accordo, chi no, chi accettava senza protestare e chi accettava, ma protestava. Comunque, la sanzione amministrativa per i trasgressori andava e va da 50 a 500 euro.

La Terra sta soffrendo, terremoti, cicloni, alluvioni, incendi e uragani feriscono sempre di più il nostro pianeta. I ghiacciai si sciolgono, l'acqua del mare è oggetto di sversamenti di petrolio e rifiuti, tra cui plastiche e metalli, l'aria ha quantità di CO2 eccessive, desertificazione  e disboscamento stanno riducendo le aree verdi dei continenti. Anche l'aumento delle temperature è un problema non così irrilevante.

Nel mese di luglio la Corte di Cassazione ha dichiarato reato vendere tutti i prodotti derivanti dalla cannabis, ordinando la progressiva chiusura dei cannabis shop, diffusi non solo nelle grandi città.

Il 19 dicembre 2019, tuttavia, la Cassazione emette la sentenza sulla legalizzazione della cannabis: coltivarla in modiche quantità, per farne un uso esclusivamente personale, non sarebbe (per il momento) un reato.

I social, già da qualche anno, hanno sostituito completamente i vecchi giochi all'aria aperta. Sono veramente pochi i ragazzi che abbandonano il computer per andare a fare una partita a pallone con gli amici. Negli anni ‘80 era il contrario: era molto raro che qualcuno restasse a casa a giocare da solo. E’ vero, non c'erano le tecnologie attuali con cui si possono trovare tanti giochi virtuali, ma non era divertente come passare un pomeriggio a girovagare in bicicletta oppure giocare a calcetto nel cortile di casa con i vicini. I ragazzi degli anni ‘80 stavano molto di più fuori di casa e all'aria aperta.

E’ drammatica la situazione globale a causa dei tanti incendi che si stanno propagando nelle foreste. Ultimamente sentiamo molto parlare degli incendi in Amazzonia, ma purtroppo li possiamo trovare in molti stati del mondo.

In Indonesia, per esempio, è in corso una crisi senza precedenti a causa dei roghi che bruciano i boschi per fare spazio alle coltivazioni di palma da olio rendendo l’aria irrespirabile da mesi. Sei province hanno dichiarato lo stato di emergenza riscontrando più di 5oo mila casi con problemi di salute dovuti ai gas prodotti dal fuoco.

Lo Svalbard Global Seed Vault è una gigantesca cassaforte nel mezzo dei ghiacciai a 1300 chilometri dal Polo Nord, nelle isole Svalbard (Norvegia): le risorse conservate in questi bunker protette da ogni catastrofe immaginabile sono tra le più preziose del mondo. Non opere d'arte, pietre rare o metalli preziosi, ma semi: riso, grano, fagioli, sorgo, melanzane, patate. Tutto ciò che si può piantare e, ancora di più, tutto ciò che si deve conservare per la biodiversità.

Nel mondo delle particelle l’impossibile diventa probabile, perfino viaggiare indietro nel tempo. Un gruppo di scienziati del Moscow Institute of Physics, studiando come migliorare le prestazioni dei computer del futuro, i cosiddetti pc quantistici, ha, infatti, creato artificialmente uno stato che evolve in una direzione opposta alla freccia del tempo, come spiegato dai ricercatori in uno studio pubblicato su Scientific Reports.

 

Al giorno d'oggi siamo sempre più indecisi su come svolgere un'azione indispensabile: mangiare. Date le tonnellate di rifiuti e di microplastiche presenti negli oceani, Il pesce è il primo da escludere. Inoltre non so quanto sia sicuro mangiare carne, dato il modo in cui nutriamo gli animali che poi finiranno nelle nostre macellerie. Insomma, credo che i vegetariani non abbiano poi tutti i torti.

"Immagina un vagone di soldi, che sta cadendo nell'atmosfera, sta per bruciare e per sbriciolarsi in piccoli pezzettini, proveresti a salvarlo?"
Questa è l'idea che ha portato l'imprenditore statunitense Elon Musk a fondare l'agenzia aerospaziale SpaceX, basata sul riutilizzo dei razzi. Elon, da bambino, sognava come molti altri di andare a vivere su un altro pianeta, la differenza è che al contrario degli altri lui sta cercando di far diventare il proprio sogno realtà.

Oggi quando si sente parlare di spazio, razzi o viaggi interplanetari si pensa subito alla NASA, quella che per la prima volta nella storia dell'umanità ci ha fatto mettere piede su suolo extraterrestre. Vengono in mente i tempi della guerra fredda, quando lo shuttle non era in pensione e le missioni Apollo erano quasi all'ordine del giorno. Ma, per quale motivo questi tempi sono finiti?

Sulla Gazzetta Ufficiale n.122 del 28 maggio scorso è stata pubblicata la Legge n. 68 del 22 maggio 2015, in vigore dal 29 maggio. Questo provvedimento è meglio noto come “Legge contro gli ecoreati” ed è importante perché inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l’ambiente, introduce all’interno di tale titolo i delitti di inquinamento ambientale, disastro ambientale, traffico e abbandono di materiale ad alta radioattività, stabilisce che le pene previste possano essere diminuite per coloro che collaborano con le autorità, obbliga il condannato al recupero e - ove possibile - al ripristino dello stato dei luoghi e prevede i doppio dei termini di prescrizione del reato.

Il termine ecomafia nella lingua italiana è un neologismo coniato dall’associazione ambientalista italiana Legambiente per indicare le attività illegali delle organizzazioni criminali, generalmente di tipo mafioso, che arrecano danni all’ambiente. In particolare sono generalmente definite ecomafie le associazioni criminali dedite al traffico di rifiuti e allo smaltimento illegale degli stessi.

 Risultati immagini per ECOMAFIA

I videogiochi sono, come indica il termine stesso, giochi  al computer che, tramite altri oggetti ( joystick,tastiera ), rendono possibile il far interagire l'individuo con lo schermo. Essi, soprattutto negli ultimi anni, sono diventati parte integrante della vita dei giovani, come gli smartphone e i social. La maggior parte dei ragazzi infatti in casa ha almeno una console o un dispositivo tecnologico dove passa almeno buona parte della sua giornata. Tra i più conosciuti si può nominare: la PS4, l'Xbox 360 , la console Wii.

In qualità di giochi possiedono, a loro volta, diverse caratteristiche positive. Aumentano le capacità logiche e reattive, in base alla loro tipologia. Se si gioca in compagnia è possibile socializzare e sentirsi parte di un gruppo. Inoltre, durante l'utilizzo, è possibile anche interagire con individui di altre nazionalità, fornendo così la possibilità di imparare e conoscere culture e lingue diverse.

È meglio leggere i libri classici o contemporanei?

Sempre più spesso si sente dire che i ragazzi di oggi non conoscono gli autori del passato. Essi affermano che ciò è dovuto dal tanto tempo che passiamo davanti ad un cellulare e che, la mancanza della conoscenza dei grandi classici, ci porti a lacune riguardanti la nascita dei principi morali su cui la società moderna si basa oltre che ad una minore preparazione sulla cultura generale.

È giusto e lecito dire che noi ragazzi dovremmo leggere i famosi libri di tutti i tempi in quanto essi possono farci capire molto sui pensieri ed i costumi dell’epoca dell’autore oltre ad ampliare i nostri orizzonti culturali. Libri come “Moby Dick”, “Uno nessuno centomila” o “Guerra e pace” fanno ormai parte della nostra identità come società grazie alle importanti lezioni di vita che questi contengono tra le loro pagine e che non andrebbero in nessun modo minimizzati o dimenticati; è anche importante dire che i temi discussi in questi, e molti altri, libri non saranno mai vecchi o superati in quanto contengono riflessioni significativamente importanti sull’uomo, sulla sua esistenza e sulla società e che quindi permettono a tali libri di essere sempre considerati come contemporanei.

طراحی وب سایتپارتیشنتهران کاشت