Nuoce gravemente alla salute dei pedanti e dei poveri di spirito

 
odg   
Concorso Nazionale "Fare il giornale nelle scuole"
Vincitore Nazionale VIII Edizione
 
Premio Nazionale "Giornalista per un giorno"
Finalista IV-V-VI-VII-VIII-IX-XI-XII-XIII-XIV-XV Edizione
Vincitore Nazionale X Edizione
alboscuole
fondazione De Mari

udi
dantealighieri
  • Salvare il mondo? Si ma in pigiama!


    Beatrice Tartarini - Martedì, 17 Marzo 2020

    A causa del coronavirus l'Italia, come altri paesi, si trova limitata, quasi paralizzata, per quanto riguarda i movimenti e la possibilità di uscire di casa. Le misure più che giuste istituite dal governo costringono tutti gli studenti italiani ad una quarantena forzata nelle loro case; se, all'inizio, la prospettiva di non andare a scuola era ben vista da noi ragazzi, ora la situazione si sta ribaltando: videolezioni da casa, una quantità di compiti mai visti prima e l'impossibilità di passare del tempo all'aperto stanno, piano piano, uccidendo il nostro iniziale entusiasmo.


    Leggi tutto...
  • L'italia tra il mondo globalizzato e l'incapacità della politica estera


    Gloria Cani - Martedì, 17 Marzo 2020

     Risultato immagini per cartina mediterraneo

    Dopo la caduta del muro di Berlino, il mondo è entrato nell'era della globalizzazione, che ha portato per l'Italia cambiamenti economici e politici. Il nostro paese ha perso tante imprese che si sono trasferite verso i mercati con costi piu bassi del terzo mondo. Le imprese rimanenti fanno sempre piu fatica a competere con il mercato globalizzato. Certamente in queste condizioni difficili avrebbe aiutato una politica estera piu dinamica. L'italia ha in realtà dimostrato di non avere una politica estera innovativa adatta alle nuove condizioni del mondo. Negli ultimi decenni, ad esempio, abbiamo assistito all'evolversi della questione libica...


    Leggi tutto...
  • Concorrenza sleale


    Marco - Martedì, 17 Marzo 2020

     

     

    Non troppo tempo fa, più o meno a inizio anno, i giornali erano pieni di articoli sulla Libia, e ce ne sono parecchi anche ora. E quando non trattano di quello, parlano dell'Iran, dell'Iraq o della Siria.
    Detto ciò, sono in pochi a chiedersi il motivo per il quale abbiano questo "trend di farsi sempre notare". Da un punto di vista geopolitico, non possiamo negare che tutti i paesi citati abbiano in comune una cosa: detengono i complessi petroliferi più vasti al mondo.
    Dallo scorso ottobre questo "monopolio" è stato contestato da un nuovo giocatore: gli USA. Fino a 10 anni fa il cambiamento sarebbe stato alquanto insolito, data la difficoltà di estrazione dei pozzi americani, che difatti li portava a dover importare addirittura un sesto della produzione mondiale petrolifera.
    Tuttavia, si è scoperta la possibilità di produrre olio dalle rocce di scisto, molto abbondanti nel continente. Questo nuovo processo è ancora in una fase embrionale, e come tale molto dispendioso, nonostante i miliardi di dollari investiti da vari enti americani.

     


    Leggi tutto...
  • L'ACQUA SARA' ABBASTANZA?


    Patrizia - Martedì, 17 Marzo 2020

    Purtroppo ancora oggi un miliardo e 200 milioni di persone nel mondo non hanno accesso all’acqua potabile e per altri 2,4 miliardi non c’è  abbastanza acqua per soddisfare le proprie esigenze igieniche: una carenza che costa un numero esorbitante di vite ogni anno. Questi sono i dati più drammatici che sono stati presentati alle celebrazioni della giornata mondiale dell’acqua. 

    La giornata mondiale dell’acqua è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 , prevista all’interno delle direttive dell’agenda 21, risultato della conferenza di Rio. Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell’acqua, promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Il dipartimento degli affari sociali e economici dell’ONU, con la giornata internazionale dell’acqua del 2005, determinò l’inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata alle azioni per l’acqua. 

    Ogni tre anni a partire dal 1997, il World Water Council, organismo non governativo internazionale creato nel 1996 come piattaforma degli organismi internazionali e specialisti nel settore dell’acqua, con uno status  consultivo speciale loro attribuito da Unesco ed Ecosoc, convoca un World Water Forum per raccogliere i contributi e dibattere intorno agli attuali problemi locali, regionali e globali, che non possono essere risolti senza un accordo quadro con obiettivi e strategie comuni.

    Lo “sterminio” di persone per colpa della mancanza di acqua colpisce prevalentemente il Sud del mondo, ma interessa anche l’Europa: secondo alcune stime pubblicate dall’ ONU un europeo su sette non ha accesso all’acqua potabile e a infrastrutture igieniche adeguate.

    Guido Pollice, vicepresidente di Green Cross International,  sostiene che, ” Senza una convenzione internazionale e globale sull’acqua, con regole chiare e coerenti per orientare e amplificare gli sforzi intrapresi, le cose non potranno migliorare”. Solo nel momento in cui si arriva a grandi disastri ecologici si comprende  quale importanza riveste per l’umanità questo “umile” quanto preziosissimo bene. Le persone usano l’acqua in mille momenti della giornata, dal mattino alla sera. Ma una grande parte dell’acqua viene persa per scelte agricole sbagliate e un’altra parte viene risucchiata dai buchi neri della rete. Il disastro trova il suo picco nel Mezzogiorno dove il 78 per cento della popolazione ha una disponibilità insufficiente di acqua: non per la mancanza di acquedotti, ma per la loro cattiva gestione


    Leggi tutto...
  • Fra petrolio e coronavirus


    Giuseppe Orsi - Martedì, 17 Marzo 2020

    Le scelte politiche dei nostri governanti, soprattutto in questi ultimi anni, sono state sempre più condizionate dall’Unione Europea e dagli Stati Uniti. Questi Paesi a volte hanno imposto misure e parametri da rispettare che non sempre coincidevano con degli effettivi benefici per l’Italia.

    I ministri italiani spesso non riescono a realizzare una politica estera, economica ed energetica credibile, perché le decisioni prese dal Governo in ambito internazionale sembrano un atto dovuto, per uniformarsi a direttive di altri stati; tali scelte di azione si rivelano sovente controproducenti per gli interessi dell’Italia.

    Gli ultimi avvenimenti relativi all’uccisione del Generale iraniano Soleimani, sembrano infatti dimostrare come la “destabilizzazione” dell’area del Golfo Persico avvenga quasi simultaneamente ai vantaggi che la potenza statunitense riesce a trarne.


    Leggi tutto...
  • Una strategia per l'Italia


    Miriam Bolfo - Martedì, 17 Marzo 2020

    La politica estera è l’attività di governo che si esercita nei rapporti con altri stati sovrani, ma sembra che l’Italia sia priva di una politica estera, quanto di una seria politica economica.

    Negli ultimi anni, nel nostro paese si sono verificate turbolenze politiche, economiche, finanziarie e, purtroppo, anche sociali ed è per questo che si può affermare che sia in corso una crisi morale, culturale ed economica. Il governo instabile, che cade periodicamente a causa dei disaccordi tra i partiti e perché la maggioranza e l’opposizione non riescono a trovare un equilibrio tra le decisioni che sono obbligati a prendere, ovviamente non aiuta.

    Tanta popolazione è disorientata e stanca e ricorda un passato dove non era impossibile trovare un lavoro, e stipendi e pensioni erano sufficienti per riuscire a vivere dignitosamente fino alla fine del mese. Oggi, invece, le due grandi mancanze dell’Italia sono una visione politica e un progetto economico.


    Leggi tutto...
  • La Terra soffre!


    Elena Bedendo - Martedì, 17 Marzo 2020

    La scoperta del fenomeno del riscaldamento globale risale alla fine del Diciannovesimo secolo, quando il premio Nobel svedese per la chimica, Svante Arrbenius, elaborò la teoria secondo la quale l'anidride carbonica avrebbe avuto un'incidenza sul clima. Da quel momento, la consapevolezza che l'uomo ha un'influenza sui cambiamenti del clima è andata crescendo. Ma fino alla metà del Ventesimo secolo gli scienziati credevano che gli oceani sarebbero riusciti a mantenere costante il livello di CO2 nell'atmosfera assorbendo le emissioni nocive.

    Purtroppo gli oceani lo assorbono ad un ritmo troppo lento per le esigenze del pianeta che, come conseguenza, aumenta la temperatura media globale. Alla fine del Secolo scorso si scopre che anche altri gas, tra cui il metano, l'azoto ed in maniera indiretta anche il vapore acqueo, concorrono al cosìddetto “effetto serra”, ossia l'assottigliamento dello strato di ozono. Il fenomeno rende il progressivo riscaldamento globale estremamente preoccupante.


    Leggi tutto...

Social

Login redattori

Cerca

Donazioni

L'Editoriale

  • Editoriale: Scrivere per essere critici


    Roberto Palermo - Mercoledì, 18 Gennaio 2017

    Cari amiche ed amici del “Farò del mio peggio News”, desidero innanzitutto porgervi i nostri migliori auguri per un 2017 sereno, pieno di soddisfazioni e di felicità! Come di consueto il numero di Gennaio del nostro giornale pone in evidenza la “Giornata della Memoria”: il 27 Gennaio, anniversario della liberazione di Auschwitz, è il giorno scelto dalle Nazioni Unite per ricordare le vittime dell’Olocausto. La consapevolezza di ciò che può provocare la ragione umana quando prevalgono logiche di divisione, di segregazione e di odio razziale, sostenute da un largo consenso popolare, dovrebbe essere la migliore arma di prevenzione per evitare che ciò che è accaduto oltre 70 anni fa si verifichi nuovamente.


    Leggi tutto...

Facebook

Ipse Dixit

  • (Durante un’interrogazione di inglese...)

    PROF. DELL'ACCIA: Come si dice 22esimo?

    CARNEVALE: Ehm... Twenty... CIUF!

Scienza

  • Ci siamo dimenticati dello spazio?


    Oggi quando si sente parlare di spazio, razzi o viaggi interplanetari si pensa subito alla NASA, quella che per la prima volta nella storia dell'umanità ci ha fatto mettere piede su suolo extraterrestre. Vengono in mente i tempi della guerra fredda, quando lo shuttle non era in pensione e le missioni Apollo erano quasi all'ordine del giorno. Ma, per quale motivo questi tempi sono finiti?


    Leggi tutto...
  • La nascita di SpaceX


    "Immagina un vagone di soldi, che sta cadendo nell'atmosfera, sta per bruciare e per sbriciolarsi in piccoli pezzettini, proveresti a salvarlo?"
    Questa è l'idea che ha portato l'imprenditore statunitense Elon Musk a fondare l'agenzia aerospaziale SpaceX, basata sul riutilizzo dei razzi. Elon, da bambino, sognava come molti altri di andare a vivere su un altro pianeta, la differenza è che al contrario degli altri lui sta cercando di far diventare il proprio sogno realtà.


    Leggi tutto...

PeggioRedazione

  • Farò del mio peggio News - Vita di redazione


    Nato nel 2005 nell’ambito del corso Tecnologico ed esteso poi a tutte le classi, il “Farò del mio peggio News” ha cambiato nella sua storia 3 redazioni tecniche, mantenendo la continuità del lavoro ed ottenendo numerosi riconoscimenti tra cui sette nomination al concorso nazionale “Giornalista per un giorno” (Fiuggi 2007), la vittoria al concorso "Il giornale dalla scuola", nell’ambito del Circuito Diregiovani (Roma 2010), organizzato dalla Agenzia di Stampa "Dire" e patrocinato dal MIUR, un diploma di Merito del Secolo XIX (Genova 2010) e dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti (Benevento 2011), tre premi nell’ambito del concorso nazionale “Il miglior giornalino scolastico” (Avellino 2011-2013), un “Premio speciale Presidenza di Alboscuole” (Chianciano Terme 2012), una “menzione speciale per il sarcasmo” al concorso nazionale “Prima Pagina” promosso dal Comune di Modena in collaborazione con l’associazione culturale Progettarte, nell’ambito della VI edizione di BUK-Festival della piccola e media editoria- che si è tenuto il 23 e 24 marzo 2013 presso il Foro Boario di Modena. 


    Leggi tutto...
  • Il “Farò del mio peggio News” vince il primo premio al “Giornalista per un giorno” e al concorso "Il miglior giornalino scolastico"


    La redazione del “Farò del mio peggio News”, giornale del Liceo Scientifico O. Grassi di Savona ed edito dall’Associazione omonima,  Venerdì 3 Maggio 2013 ha ottenuto per il settimo anno consecutivo un “Diploma di gran merito” al premio nazionale “Giornalista per un giorno” organizzato dall’Associazione Alboscuole a Chianciano Terme (SI), risultando tra le migliori 100 redazioni d’Italia (su oltre 3000) con la seguente motivazione: “Dal 2007 ad oggi sono cambiate tre redazioni ma la qualità non ha mai subito un rallentamento, un gruppo molto unito compreso gli ex diplomati. Grande merito al prof. Vincenzo D’Amico del Liceo Scientifico Grassi di Savona, diretto dal Preside Fulvio Bianchi. Il fiore all’occhiello dell’Associazione Alboscuole, esempio indiscusso, a livello nazionale, della scuola d’eccellenza italiana”. 


    Leggi tutto...

Società e Costume

  • Salvare il mondo? Si ma in pigiama!


    A causa del coronavirus l'Italia, come altri paesi, si trova limitata, quasi paralizzata, per quanto riguarda i movimenti e la possibilità di uscire di casa. Le misure più che giuste istituite dal governo costringono tutti gli studenti italiani ad una quarantena forzata nelle loro case; se, all'inizio, la prospettiva di non andare a scuola era ben vista da noi ragazzi, ora la situazione si sta ribaltando: videolezioni da casa, una quantità di compiti mai visti prima e l'impossibilità di passare del tempo all'aperto stanno, piano piano, uccidendo il nostro iniziale entusiasmo.


    Leggi tutto...
  • Dobbiamo salvare la bellezza


    Il patrimonio artistico è il luogo dove si concentra lo spirito di un popolo, ed è quindi qui che l'uomo entra in contatto coi suoi avi ma, allo stesso tempo, coi suoi figli, con le imprese gloriose del passato e con le speranze, i pensieri del futuro, superando la distanza temporale attraverso un'identità di spazio e sentimento che non annulla le differenze ma, al contrario, le mette a confronto, le interroga, le fa convivere rendendole, così, arte.

    Il rapporto con questo patrimonio è fondamentale, soprattutto in un periodo come quello attuale, nel quale "la dittatura totalitaria" agisce in modo subdolo, imponendo un modo di pensare che condiziona le persone, connaturandosi in loro senza che ve ne sia consapevolezza, fino a renderle schiave. L'unico modo per riappropriarci della libertà interiore, ovvero per rompere tutti i condizionamenti interni che noi stessi ci diamo, è ampliare i nostri orizzonti, riuscire a capire che esiste una realtà più vasta rispetto a quella racchiusa nel nostro io, una realtà che si estende nei diversi luoghi e tempi, nelle diverse epoche, nei diversi popoli e nelle diverse culture, nei diversi modi di pensare; per riuscire a riappropriarci della libertà di cui noi stessi ci siamo privati, è necessario andare in profondità, non accontentarsi delle "breaking news" che ci vengono fornite, cercare di andare oltre le apparenze e comprendere il significato più profondo che sta dietro alle cose.


    Leggi tutto...

Scuola

  • PESSIMA SCUOLA VS BUONA SCUOLA


    Riprendiamo dal web l'illuminante articolo di Enrico Voccia, I DISASTRI DELLE RIFORME DEL POTERE. “PESSIMA SCUOLA” , BUONA SCUOLA, pubblicato sul settimanale Umanità Nova (13/11/2016). Un testo che ci lascia senza parole da aggiungere.

    Si narra che nello storico cimitero napoletano di Poggioreale ci fosse un tempo una singolare lapide funeraria, che, dopo il nome ed il cognome del defunto, recitava così: “Stavo bene, per stare meglio ora sono qui”.

    Chi è nato nella città della Musa Par­tenope ed insegna da almeno una ven­tina di anni nelle scuole di ogni ordine e grado, di tanto in tanto, specie in presenza di una delle tante riforme della scuola presentate come “miglio­ramenti” del sistema educativo, non può fare a meno di pensare a questa leggenda napoletana sulla malasani­tà, reale o presunta, d’altri tempi. In­fatti, gli è perfettamente chiaro come, riforma dopo riforma, nonostante tut­ti gli sforzi del corpo insegnante per fare il meglio possibile, il rendimento e la preparazione degli alunni cala vi­stosamente e peggiora ad ogni nuova riforma.


    Leggi tutto...
  • Pillole di "buona scuola"


    Non dar loro niente di scivoloso e ambiguo come la filosofia o la sociologia affinché possano pescare con questi ami, fatti che è meglio che restino dove si trovano. (R. Bradbury, Fahrenheit 451).

    Con la definizione “buona scuola'' si vuol far credere che la scuola finora in atto sia stata davvero cattiva, al punto da rendere necessaria l'ennesima riforma. Ma la Legge 107 di studenti, di pedagogia e di educazione non parla affatto, se non nei termini di un restyling didattico basato sull'uso forzato delle tecnologie digitali spacciate come urgente necessità della scuola. Noi abbiamo cercato in rete pillole di antidoto alle ipocrisie della politica, alla pseudocultura tecnologica e alla scuola-azienda che ci vogliono rifilare.

    DIGITALIZZARE, disumanizzare la scuola, pensare solo alle innovazioni procedurali è la maschera necessaria a nascondere il bisogno di svuotare la scuola di senso e di contenuto, con un solo obiettivo: togliere potere al pensiero critico. E dell'articolo 33 (L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento) cosa facciamo? Quale libertà potrà mai esserci in una scuola dichiaratamente asservita al potere economico, anzi, studiata in raccordo con le finalità dell'impresa, di cui, deve anche assorbire i metodi? Renzi sceglie di omettere ogni riferimento agli articoli 33 e 34 della Costituzione, sui quali è impostata la scuola repubblicana: ma pensarla ''libera'' fa paura!


    Leggi tutto...

Diritti

  • Libertà di pensiero


    La libertà di pensiero appartiene alla dignità stessa dell’uomo: è un bene prezioso! Il diritto ad avere le proprie idee, di poterle sostenere e difendere non dovrebbe mai essere negato a nessuno; non significa dire sempre ciò che vogliamo, ma esprimersi senza offendere o limitare il pensiero di altri. Per questo è difficile realizzarlo nel concreto.

    Igino Giordani, politico cattolico, sostiene: “la libertà di pensiero, come ogni altra attività dello spirito, vale se rispetta la libertà di pensiero altrui. Questo non è un limite, è una difesa della libertà stessa”.

    Non è sempre opportuno e possibile parlare a cuore aperto nel rispetto delle diverse culture o della diversa sensibilità del singolo individuo. Questo tema, che attraversa il corso dei secoli, è più che mai attuale, da sempre, poter esprimere ed essere accettati per le proprie idee non è stato semplice.


    Leggi tutto...
  • Resistenza a tutti gli effetti


    Penso che i romanzi neorealisti siano un vero e proprio tesoro per tutti coloro che non hanno vissuto la guerra sulla propria pelle. Questo perché l'orrore che il popolo ha subito non è raccontato a scopo documentativo, come accade nei libri scolastici o nei musei, ma da un punto di vista umano e personale, a cui è impossibile rimanere indifferenti e non notare come le emozioni, i legami e gli affetti si siano modificati durante la guerra.


    Leggi tutto...

Tecnologia e Rete

  • Iperconnessi


    Al giorno d’oggi “Internet“ è diventato la base di tutto. Gli adolescenti in particolare utilizzano il cellulare per i social network e questo rapporto è una delle principali fonti di discussione con i genitori. I problemi dell’ iperconnessione sono tanti, sia dal punto di vista sociale sia perché può presentare grandi pericoli per le persone. Passano gli anni e la situazione peggiora sempre di più poiché il tempo trascorso davanti agli schermi riguarda anche i più piccoli.


    Leggi tutto...
  • I VIDEOGIOCHI SONO ARTE (?)


    Playstation, Xbox, PC, Nintendo, smartphone...Parole che portano i nervi dei genitori a fior di pelle ripensando a quanto queste piattaforme siano diventate famose e attirino i loro figli. Ma questo cosa indica? Quando accendiamo una console e inseriamo un gioco, siamo davanti ad una macchina diabolica progettata per spillare soldi dai portafogli degli adulti nel tentativo di accontentare i pargoli, o ci potrebbe capitare addirittura di osservare nello schermo una nuova forma di opera d'arte?



    Leggi tutto...
طراحی وب سایت